"Tassi da usura": la banca paga

QUANDO la banca pensa di essere in credito di 116mila euro e invece vienecondannata a pagarne 310mila. E’ l’esito, senz’altro non comune, di una sentenza di primo grado firmata dal giudice Gianluca Morabito nella causa civile che ha visto di fronte la curatela del fallimento di un noto gruppo tessile con sedi a Prato e Montale e un istituto di caratura nazionale.

Continua la lettura su http://www.lanazione.it/prato/cronaca/2013/11/24/986992-banca-condanna-pagamento.shtml#!

Stampa
PDF

Conversione DL Fare - Confermati i finanziamenti agevolati per acquistare macchinari

Scritto da Administrator.

La conversione del DL Fare conferma i finanziamenti agevolati alle PMI per acquistare macchinari e apre all'acquisizione tramite leasing.

Potranno essere finanziati gli investimenti, anche mediante operazioni di leasing finanziario, in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, in software ed in tecnologie digitali.

I finanziamenti potranno avere una durata massima di 5 anni dalla data di stipula del contratto e saranno accordati per un valore massimo complessivo non superiore a 2 milioni di euro per ciascuna impresa beneficiaria, anche frazionato in più iniziative di acquisto. I finanziamenti potranno coprire fino al cento per cento dei costi ammissibili e potranno essere garantiti tramite fondi pubblici.

Si attende ora il decreto applicativo ai fini dell'operatività dei nuovi finanziamenti.


Il testo coordinato del DL FARE: http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2013-08-20&atto.codiceRedazionale=13A07086&elenco30giorni=false



Stampa
PDF

Illegittima la chiusura repentina degli affidamenti

Scritto da studiorm11.

Necessario concedere all'impresa un tempo congruo per reperire i fondi necessari alla chiusura

 

Una sentenza del tribunale di Verona ha stabilito che la banca non può disporre la chiusura repentina e ingiustificata degli affidamenti bancari ad un'impresa chiedendo l'immediato rientro. In tal caso, la richiesta è illegittima.

La banca è obbligata a concedere all'imprenditore un tempo congruo per reperire fondi, anche attraverso altre banche, utili alla chiusura degli affidamenti.

Stampa
PDF

Agevolazioni per imprese giovani e femminili

Scritto da Administrator.

LA REGIONE TOSCANA CONCEDE GARANZIE E CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSE A FAVORE DELLE NUOVE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E LAVORATORI GIA’ DESTINATARI DI AMMORTIZZATORI SOCIALI.

Possono accedere alla garanzia e al contributo in conto interessi:
- PMI di nuova costituzione: PMI giovanili, femminili e di lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali costituite nel corso dei sei mesi precedenti alla data di richiesta di ammissione alle agevolazioni ovvero entro sei mesi dalla data di richiesta stessa;

- PMI in espansione: PMI giovanili e femminili costituite nel corso dei tre anni precedenti la data di richiesta di ammissione alle agevolazioni e che effettuano investimenti finalizzati a consolidare o migliorare il proprio posizionamento competitivo.

Le operazioni consistono in finanziamenti, ivi comprese le operazioni di locazione finanziaria e i prestiti partecipativi a fronte delle spese per investimenti effettuati nel territorio della Regione Toscana, di importo massimo di E. 312.500,00, di durata non inferiore a 60 mesi e non superiore a 180 mesi, eventualmente comprensivi di 12 mesi di preammortamento.

E' prevista una garanzia gratuita fino all'80% del finanziamento concesso.

Il contributo in conto interessi è pari al 50% dell’importo degli interessi gravanti sui finanziamenti ed è erogato in un’unica soluzione, in via anticipata, attualizzato alla data di erogazione dei finanziamenti. Il contributo in conto interessi viene calcolato su un finanziamento massimo di 50 mila euro.

Maggiori informazioni su http://www.fiditoscanagiovani.it